Emergenza incendi, M5S al Prefetto: Comuni aggiornino catasti

La Magistratura chiarirĂ  se dietro gli incendi che, negli ultimi giorni, stanno devastando i terreni di Messina, vi sia la mano dell’uomo. “Sappiamo bene quali interessi economici vi siano dietro un così celere azzeramento della vegetazione e, di conseguenza, un altrettanto celere sfruttamento di questi terreni agricoli. Non a caso esiste una legge regionale che impone ai Comuni di tenere aggiornato il catasto e la mappatura delle aree di modo da evitare che, nei terreni bruciati, si possa edificare, cacciare o allevare per i prossimi 10 o 15 anni. Palazzo Zanca non rivisita il proprio catasto dal 2015 e, per questo, ci è sembrato doveroso interessare la Prefettura, affinchĂ© vigili sulla vicenda e, eventualmente, solleciti sia l’Ente municipale che quelli della provincia ad aggiornare i propri elenchi o adottarli”.

E’ con toni amari che i PortaVoce del MoVimento 5 Stelle, Francesco D’Uva, Valentina Zafarana e Alessio Villarosa, hanno inviato una lettera al Prefetto di Messina, Francesca Ferrandino, per sottolineare l’anomala faccenda in cui il Comune è inserito e la redazione del catasto dei terreni, imposto da una Legge Regionale.

“Davanti a certi eventi, come la distruzione probabilmente dolosa del nostro territorio, non possiamo che rimanere senza parole e fare, al contempo, un plauso a tutte le forze in gioco che stanno lavorando, notte e giorno, per evitare che la situazione diventi sempre più grave. Abbiamo comunque degli strumenti che possono, se non fermare i presunti piromani, quantomeno creare dei deterrenti. Abbiamo coinvolto il Prefetto per sollecitare un intervento immediato, considerando la gravità e la serietà di tutta la situazione”.

Condividi




Change privacy settings