Regionali. Spaccatura tra salviniani e forzisti

Alle ultime amministrative il Centrodestra unito ha dimostrato di poter ribaltare i pronostici e prevalere su Pd e Movimento 5 Stelle anche in contesti non tradizionalmente amici, come la rossa Genova. Il trand potrebbe però non ripetersi alle prossime regionali in Sicilia dove, la destra, salvo ripensamenti dell’ultima ora, si presenterĂ  letteralmente spaccata. Dopo le lunghe incomprensioni che hanno accompagnato il rapporto tra Musumeci e Miccichè, specie sulla scelta del Presidente della commissione antimafia di candidarsi alla guida di Palazzo d’Orleans, adesso una nuova crepa davvero profonda si è creata tra Forza Italia e il movimento “Noi con Salvini”. A testimoniarlo l’uscita pubblica del leader di Ncs, Angelo Attaguile che si è tirato fuori da una possibile triplice alleanza con FI e Area Popolare: “Come abbiamo sempre sostenuto sin dal primo istante, non staremo un secondo di piĂą con chi soltanto ipotizza un’apertura della coalizione ad Alfano, Castiglione e ad Alternativa popolare”.  Il segretario nazionale precisa: “Da tre anni ripetiamo che con gente come Alfano e Castiglione non ci vogliamo avere nulla a che fare. E – lo sottolineo – siamo noi che con questi personaggi, che hanno affossato la nostra Isola, alcuni dei quali come Cascio e Castiglione, sono coinvolti in tristi vicende giudiziarie, mai e poi mai ci siederemo a parlare. Evidentemente MiccichĂ© e Forza Italia sono per un ritorno al passato, sono per tenere la Sicilia ancora schiava di certi poteri e giochetti, ma non contino sul nostro supporto. Alfano –attacca ancora Attaguile- ha governato fino a ieri con Crocetta, prendendo parte al governo piĂą fallimentare della storia siciliana: come si può soltanto pensare di amministrate con costoro?”

Attaguile lancia un ultimatum anche all’alleato Nello Musumeci: “Avevo già invitato l’amico Nello a chiudere col passato, prendo atto invece che Diventerà Bellissima continua a dialogare con Forza Italia e Micciché nonostante l’apertura di quest’ultimo a certi personaggi di cui la gente è stufa. Per quanto ci riguarda, quindi, noi andiamo da soli, con un nostro candidato governatore, Matteo Salvini ha già indicato me in conferenza stampa a Catania, e siamo disponibili a dialogare solo con chi condivide la nostra idea di netto taglio col passato. Diamo appuntamento a tutti coloro che vogliono voltare pagina assieme a noi, all’incontro pubblico che terremo sabato alle ore 19, in piazza Cavour a Pantelleria”.    

Condividi