Parte in Sicilia il progetto “Generazione in-dipendente”

Il progetto “Generazione in-dipendente”, finanziato dal ministero dell’istruzione dell’universitĂ  e della ricerca – direzione generale del terzo settore e della responsabilitĂ  sociale delle imprese – e la presidenza del consiglio dei ministri – “Laboratori di cittadinanza democratica condivisa e partecipata: educazione al volontariato sociale ed alla legalitĂ  corresponsabile”, è stato presentato presso l’istituto I.S. Verona Trento. Il progetto è stato realizzato con la colloborazione dell’associazione Trecentosessanta Gradi Onlus, il centro servizi del volontariato di Messina, l’associazione Le.L.A.T Onlus, l’associazione Zaleuco e l’associazione Miradas Onlus.

L’iniziativa mira alla formazione della futura classe dirigente, alla sensibilizzazione dei giovani per quanto riguarda il cyberbullismo e tutti i giochi d’azzardo che creano dipendenza al fine di fornire agli studenti gli strumenti adeguati in modo tale da poter esercitare la cittadinanza attiva e corresponsabile. Un ruolo importante in tal senso è dato dalle associazioni di volontariato che danno supporto tecnico alle iniziative di questo genere e diffondono i valori dell’integrazione sociale e dell’abbattimento della diversitĂ .

Il progetto coordinato dalla professoressa Rosaria Tornese, coinvolgerà gli studenti dell’Istituto I.S Verona Trento – Maiorana con una prima fase iniziale in cui si creerà una piattaforma web con spazio dedicato ad una web tv in cui saranno raccolte interviste, foto, articoli e dibattiti di cui gli studenti saranno attori e conduttori. Gli studenti inoltre potranno confrontarsi con gli esperti del settore ed entrare a stretto contatto con tale realtà attraverso le testimonianze dirette e le loro esperienze.

Erika Oppedisano

Condividi