Pallanuoto. Cus Unime ai playoff, Naccari: “Centriamo il traguardo”

Un percorso da gigante quello che ha condotto il CUS Unime  per il secondo anno consecutivo, gli ambiti playoff promozione per la Serie A2: 44 punti conquistati in 18 giornate di campionato, frutto di ben 14 vittorie, due pareggi esterni e due sole sconfitte. Una regular season che incorona i peloritani tra le compagini più prolifiche con le 182 reti messe a segno e soprattutto tra le migliori difese, la terza di tutta la serie B, con le sole 106 marcature concesse.

“Non è mai semplice confermarsi sui livelli della stagione precedente –  racconta Sergio Naccari, il tecnico che ha guidato i cussini capaci di bissare l’obiettivo centrato giĂ  un anno fa – soprattutto se si è fatto molto bene come abbiamo fatto noi; eppure siamo riusciti a ripeterci e di questo siamo tutti veramente molto orgogliosi. Stiamo seguendo un percorso ben preciso che ci ha permesso di raggiungere in tre stagioni un quarto posto e due finali playoff”.

Per Naccari gran parte dei meriti dell’impresa vanno a societĂ  e ragazzi: “La societĂ  sta programmando in maniera molto seria ed oculata ed i risultati giĂ  sono evidenti, non solo per la prima squadra ma anche in ambito di giovanili. Un plauso, inoltre, devo farlo a tutti i giocatori locali che nel corso di questi anni hanno dimostrato grande attaccamento al CUS Unime mettendosi a completa disposizione del nostro progetto, ai quali si aggiungono campioni del calibro di Antonio Vittorioso o di Samuel Balaz che nel corso di questi anni ho avuto il piacere di allenare”.

I numeri di rilievo ottenuti in campionato danno forza e convinzione ai messinesi, concentrati ora sulla sfida da dentro o fuori con Pescara in gara 1, in programma il 10 giugno mentre il ritorno si giocherĂ  a Messina mercoledì 14 giugno, alle ore 19:00, presso la Cittadella Sportiva Universitaria. Da applausi anche il campionato degli abruzzesi, determinati a dare del filo da torcere agli universitari. Il tecnico Sergio Naccari predica umiltĂ  e attenzione, per evitare brutte sorprese: “Rispetto allo scorso anno è cambiato tanto: in primis sono cambiate alcune pedine importanti in acqua; è cambiato anche l’avversario che, tra altro, avrĂ  dalla propria parte il vantaggio dell’eventuale “bella” in casa propria. Ci troveremo di fronte una squadra veramente forte: ho visto giocare il Pescara a Napoli nello scontro diretto contro la Cesport e si tratta di un gruppo completo in ogni reparto e dotato di grandi individualitĂ , diretto egregiamente dal tecnico Mammarella. Noi, dal canto nostro siamo pronti: è una di quelle partite che tutti aspettano e sognano di giocare a prescindere dalla categoria. Il vantaggio di raggiungere con qualche settimana di anticipo la qualificazione ci ha permesso di lavorare con piĂą serenitĂ , prepararci fisicamente e lavorare sugli errori commessi nella scorsa stagione. SarĂ  fondamentale approcciare al meglio giĂ  in gara 1 a Pescara, provando ad approfittare di un’eventuale “stress psicologico” dei padroni di casa dovuto al fattore campo. Siamo consapevoli dei nostri mezzi ed adesso siamo pronti: siamo stati bravi e fortunati a ripeterci per il secondo anno consecutivo e ora – conclude Naccari – vogliamo raggiungere il traguardo e dare questa bella soddisfazione al nostro Presidente ed a tutta la Messina che in questi anni ci ha supportato”.

Paologiorgio Vinci

Condividi




Change privacy settings