Frode su collegamenti Eolie: a giudizio Morace senior

Entra nel vivo l’inchiesta che riguarda l’armatore Morace con ripercussioni anche per le isole Eolie. Nell’estate 2011, quattro dei sette aliscafi della Ustica Lines (societĂ  poi ribattezzata Liberty Lines) impiegati per i collegamenti con le Eolie, sarebbero stati vecchi e inadeguati. In alcuni giorni risultavano in servizio sulla tratta dei catamarani che invece erano fermi.

Per questo il Gip di Barcellona ha rinviato a giudizio l’armatore trapanese Vittorio Morace, padre di Ettore coinvolto in un’altra inchiesta per corruzione, portata avanti dalla Procura di Palermo, arrestato e da ieri ristretto ai domiciliari.

La nuova inchiesta – come riporta Repubblica Palermo – riguarda la violazione del contratto di appalto stipulato con la Regione. Vittorio Morace è stato rinviato a giudizio per frode in pubbliche forniture e falso. Con lui sarĂ  processato un dirigente della societa’ di navigazione, Nunzio Formica, e sei comandanti che sui giornali di bordo avrebbero attestato corse inesistenti.

La Regione siciliana, ritenuta dalla Procura parte offesa e avvisata attraverso l’invio della notifica all’Avvocatura dello Stato, non si è presentata all’udienza preliminare. Il governatore, Rosario Crocetta, ha spiegato di “non aver mai ricevuto alcuna richiesta dall’assessorato”.

Condividi