Agricoltura, maxi truffa da 80 milioni. Indagati a Messina

Una maxi truffa da 80 milioni di euro sui contributi all’agricoltura. Centinaia gli indagati tra le province di Enna, Catania e Messina. Sono i numeri di un lucroso sistema di frode che ha messo le mani anche sui fondi Agea, su cui le indagini sono ancora in corso e che rivela l’inadeguatezza dei controlli. Coinvolti imprenditori e personale dei Centri assistenza agricola.

Nell’ambito della serrata attivitĂ  di contrasto è scattato un sequestro preventivo per equivalente per complessivi 300.000 euro a carico di undici indagati di Enna, Castel di Judica, Vizzini, Caltagirone e Piazza Armerina, accusati di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, falso e riciclaggio. Ma sono attesi nuovi sviluppi.

Le indagini, condotte dalla Sezione Pg di carabinieri e Guardia di finanza e dal Nucleo investigativo dell’Arma e di Polizia Tributaria di Enna, ha riguardato in particolare i contributi comunitari per l’agricoltura erogati tramite Agea ad aziende agricole riconducibili agli indagati. La Procura di Enna, che coordina l’inchiesta, sta verificando se esista una regia comune in ordine alle consistenti truffe realizzate dai soggetti coinvolti.

Condividi