Quinteatro presenta Non era quinta, era la nona

Cavalcando l’onda delle feste natalizie domenica 8 gennaio, alle ore 18.00, per la rassegna Quinteatro, diretta dal regista Giuseppe Pollicina, andrĂ  in scena al Teatro Trifiletti di  Milazzo la  commedia  brillante dal titolo  “Non era la quinta era la nona”. Patrocinata da Le Alte Terre di Mezzo in compartecipazione con il Comune Milazzo, la pièce,  diretta e interpretata da Ivan Bertolami, ricalca fedelmente il testo di Aldo Nicolaj, molto apprezzato sia in Italia che all’estero. In questa commedia Nicolaj, divertito e spiritoso osservatore dell’animo umano, mette in moto un gioco paradossale che coinvolge lo spettatore.

La pièce racconta una storia tanto nota quanto sempre attuale.Eva, donna ammaliante, intrigante e misteriosa, pensa di sbarazzarsi del consorte e vivere un’esistenza “diversa”, intrappolando Bruno, un uomo incontrato per caso in spiaggia che diventerĂ  la vittima incolpevole e sacrificale di tutti i suoi macchinosi e perversi disegni: gli farĂ  credere di essere innamorata pazza di lui, che la vita non ha senso se lui non c’è, che… bla,bla bla…
Ma qualcosa non va come la donna sperava…
Ironica, divertente, quasi spensierata “Non era la quinta era la nona” è una commedia dal meccanismo teatrale perfetto, quasi una spy story che ci farĂ  riflettere sui rapporti a volte perversi che si instaurano fra le persone.   Il perno della commedia è Eva (forse il nome non è casuale), intrigante figura femminile, autentica forza della natura che passa dallo sbandamento del non saper che fare all’eccesso di saperlo, anche troppo. Ecco allora le incomprensioni o l’egoismo piccolo borghese, un tocco di umanitĂ , o d’infantile crudeltĂ , animare a turno Eva, Bruno e Mario, personaggi amabili e mai volgari, carnefici e vittime che ci fanno ridere e riflettere insieme.

attrice teatrale

La commedia, anche se si presenta con il più classico degli equivoci (moglie, amante e marito), vuole trascinare lo spettatore in un turbinio di colpi di scena. Infatti, ogni volta che siamo davanti ad un finale scontato, ecco che spunta una nuova situazione che stravolge qualsiasi ovvietà. Questo allestimento vuole mettere in risalto le qualità degli interpreti. Non ci saranno, infatti, imponenti scenografie ma piccoli elementi essenziali che daranno possibilità agli attori di lavorare sul corpo e sullo spazio. La sfida più difficile della messa in scena sarà mantenere un ritmo elevato e costante, dando nel contempo allo spettatore la possibilità di gustarsi ogni singolo momento della pièce.
Eduardo De Filippo diceva:
“Teatro significa vivere sul serio quello che gli altri, nella vita, recitano male”.
Ed è proprio su questo assunto che l’allestimento pone le sue fondamenta, cercare di far rispecchiare gli spettatori nei personaggi e, suscitando ilaritĂ  dall’inizio alla fine, dare nuovi spunti per migliorare la loro vita di coppia, senza arrivare a soluzioni estreme.

attore teatrale

A dare corpo e brio alla commedia, al fianco di Ivan Bertolami, giovane attore barcellonese, interprete di numerosi successi della rassegna e non solo,   ci saranno anche la bravissima Martina Zuccarello e Giovanni Belardi,  reduce dal trionfale successo del musical A Christmas Carol, andato in scena al Teatro Trifiletti nel corso delle feste natalizie appena trascorse.
Queste le premesse per un nuovo ed entusiasmante successo targato Quinteatro.

Condividi




Change privacy settings