Alice Rella entra nella squadra di SasĂ  Neri per la realizzazione dello spettacolo D’Artagnan e i tre moschettieri

La squadra dello spettacolo “D’Artagnan e i Tre Moschettieri”, in cartellone il 18 maggio alle ore 21 con la regia di Sasà Neri si arricchisce  di un nuovo componente. Il suo nome è Alice Rella, coreografa e coach del laboratorio multidisciplinare dello spettacolo.

“È particolarmente interessante l’iniziativa della cittĂ  di Barcellona Pozzo di Gotto che offre ai suoi talenti l’opportunitĂ  di seguire gratuitamente un percorso formativo multidisciplinare e di far parte dell’allestimento di uno spettacolo in prima nazionale”, ha sottolineato Mariangela Bonanno. “E il progetto di musical di SasĂ  Neri – ha aggiunto Alice Rella – ci ha decisamente convinto. Non per caso abbiamo voluto impegnarci per questo ‘D’Artagnan’ che si prospetta innovativo e coinvolgente”.

L’attività di danzatrice e performer ha condotto la Rella sui palcoscenici della penisola con spettacoli come “Sagra della Primavera” di Susanna Beltrami, “Fellini in punta di piedi” con la compagnia di teatrodanza Anima Libera, “Guitarra Negra” di Sabrina Camera con la regia di Mylton Fernandez, “Le cirque du theatre” di Stefano Simmaco o le “Bruits de Nuages”  di Tiziana Cona con lo Studio Festi in Svizzera.

Ha danzato come solista nel 2016 nell’opera balletto La Manna con le coreografie di Sebastiano Andrea Meli. Nel dicembre 2018 partecipa come danzatrice solista nella commedia  musicale “Lelè il mafioso”, coreografie di Carlotta Bolognese e regia di Nicola Albero Orofino, e nello spettacolo live concert and ballet “DanzaEmotus” con l’orchestra Sinfonietta Messina per la regia di Valerio Vella, entrambi al Teatro Vittorio Emanuele di Messina.

È danzatrice e coreografa per la compagnia di teatro-danza Marvan Dance Group di Messina che ha messo in scena spettacoli come “Scatola”  e “Le sette sorelle”  e “Morricone et la danse”  e per il corpo di ballo dello Studio Danza della prof. Mariangela Bonanno (scuola nella quale è docente di propedeutica, danza classica e modern) in scena con una sua coreografia nel gennaio 2019 al teatro Golden di Roma.

Tra le sue coreografie “Balance” 2010 per la personale dello scultore Leonardo Lucchi; “Frediana il musical” Roma 2011, la Sfilata Econtemporanea di Linda Schilpani sui preludi del maestro David CarfĂŹ 2016, quelle dello spettacolo poetico musicale “Love is the answer” per Laudamo show off 2018,  dello spettacolo corale per la regia di Simonetta Pisano “Ciao Chet – Chet Baker.

Mariangela Bonanno ha partecipato in qualitĂ  di danzatrice, tra l’altro, agli Incontri italo-francesi promossi dall’Unesco, arrivando in finale, a Burges, dopo due selezioni a livello nazionale (1988) e alla Traviata dell’Opera di Montecarlo (1989); nel 2011 ha vinto il Premio “Alata Solertia”, attestato di distinzione attribuito a quelle personalitĂ  che hanno brillato per spiccato slancio altruistico nell’attuale contesto storico-sociale; è membro dell’ASIDD (Associazione Siciliana Insegnanti di Danza Diplomati); ha organizzato l’evento “GalĂ  della Danza”, di cui ha curato la Direzione Artistica insieme al Maestro Gianni Rosaci (docente della Scuola del Teatro dell’Opera di Roma), è stata referente per il settore “danza” per l’Assessorato alla Cultura del Comune di Messina e direttrice artistica della sezione danza del “Salina Mare Festival”, invitando a presiedere la giuria il famoso danzatore Kledi Kadiu; ha presieduto la giuria nel concorso “Primavera In Danza”, ha fondato e dirige la Compagnia “MarVAn Danza” con la quale ha giĂ  portato in scena diversi spettacoli (“Balance” alla presenza dello scultore Leonardo Lucchi, “Le Sette Sorelle”, “Scatola,  “Morricone et la Danse”, “DanzaEmotus”), ha curato le coreografie del musical “Frediana” diretto da Piero Di Maria, messo in scena al Teatro Ghione di Roma, dello spettacolo “Ciano” diretto da Elio Crifò, messo in scena al Teatro Vittorio Emanuele di Messina, del musical “Ascolta la Preghiera”, opera religiosa scritta da Suor Rossana Garofalo, e dello spettacolo “La Scuola degli Incantesimi”, andato in scena per le scuole messinesi nel cartellone dell’associazione Orchestra da Camera; ha realizzato la coreografia  del video “Capricci” presentato in anteprima all’evento “Save The Beauty”, in seguito selezionato e proiettato fuori concorso,  alla 48esima edizione del  Festival Internazionale “Il Fotogramma d’oro”. La sua scuola Studio Danza nel 2018 ha tenuto uno spettacolo all’interno della Casa Circondariale di Messina “Gazzi” dal titolo “Il passo dei sogni”, un progetto sociale promosso dalla Filarmonica Laudamo, ed è stata selezionata per partecipare al GalĂ  di danza by Fnasd “In un vortice di polvere”, omaggio a Fabrizio De Andrè, per la regia di Arturo CannistrĂ , al Teatro Golden di Roma.

Questi gli elementi costitutivi di  uno spettacolo che già si preannuncia   denso d’emozione.

Condividi