Finanziaria, Uil: “Inaccettabile usare il Tfr dei regionali per coprire quote di disavanzo”

“La Sicilia come sempre si distingue ma in negativo“. È la stoccata lanciata dai segretari della Uil Sicilia, Gianni Borrelli e Luca Crimi, al governo regionale con riferimento alla decisione di voler utilizzare i fondi per le pensioni e le anticipazioni del Tfr dei regionali per coprire la quota di disavanzo quantificata dalla Corte dei Conti. “È un qualcosa di inaccettabile“, proseguono i due sindacalisti, che poi aggiungono: “Così facendo il governo Musumeci mette a rischio le spettanze dei lavoratori mentre a livello nazionale si prevede, al contrario, una norma per rendere più fruibile il trattamento di fine rapporto”.

“Questo colpo di mano – concludono Borrelli e Crimi – è stato deciso senza nemmeno consultare le organizzazioni sindacali. Chiediamo, quindi, una immediata verifica per capire danni e rischi che può produrre la manovra. Non si possono cercare soluzioni a spese dei lavoratori”.

Condividi