Ponte sullo Stretto: riprende mobilitazione del fronte del “no”

La Rete No Ponte annuncia il rilancio della mobilitazione. A fine febbraio prevista un’assemblea pubblica. “Negli ultimi tempi – spiega il cartello di associazioni – abbiamo assistito a un rinnovato attivismo ‘si’ ponte’ da parte del presidente della Regione Nello Musumeci e del suo assessore alle infrastrutture Marco Falcone. Ed, effettivamente, e’ giunto il momento che il governo assuma l’iniziativa di chiudere definitivamente la partita attraverso la cancellazione della Stretto di Messina Spa. In particolare, e’ il Movimento cinquestelle”. Per la Rete No Ponte, infatti, “l’estinzione della societa’ concessionaria, oltre ad essere atto dovuto e azione utile a spostare soldi su servizi molto piu’ utili al territorio, avrebbe il significato di un atto politico inequivocabile”. Contro il Ponte sullo Stretto e per la difesa del territorio, “per le infrastrutture di prossimita’, per la difesa dal rischio idrogeologico e sismico, per la messa in sicurezza delle citta’, per l’ammodernamento della rete stradale e ferroviaria, per la continuita’ territoriale annunciamo un’assemblea pubblica per la fine di febbraio e il rilancio della mobilitazione”.

Condividi