Futuro di Messina Servizi, Barresi e Fucile: “Convocare consiglio aperto alle parti sociali”

“A seguito delle dichiarazione del Sindaco De Luca, che in sede di trattativa sindacale ha annunciato l’adozione della deliberazione della Giunta Comunale sulla liquidazione della società Messina Servizi Bene Comune, condividiamo la necessità espressa da numerosi Consiglieri Comunali che si apra un confronto di merito all’interno del civico consesso ma riteniamo opportuno, se non addirittura necessario, che la convocazione di un Consiglio Comunale sia aperta alle parti sociali per discutere del futuro della MSBC valutando ogni aspetto che le scelte politiche faranno scaturire per il servizio, i cittadini ed i lavoratori interessati”. Ad affermarlo sono Michele Barresi e Francesco Fucile, rispettivamente segretario generale della UilTrasporti e della Fp Cgil, in una lettera aperta indirizzata al consiglio comunale.

“Riteniamo che solo un obbligatorio e doveroso approfondimento, con il massimo coinvolgimento delle istituzioni di specifico riferimento e competenza, possa evitare il rischio di errori che comprometterebbero il valore aggiunto del mantenimento, nelle mani del pubblico, della gestione del servizio di raccolta e spazzamento con aggravi economici per l’utenza ed inevitabili problematiche occupazionali.

“Temiamo che la fretta con cui è in uso da tempo prendere deliberazioni che hanno già visto in Consiglio la liquidazione ed il proliferare di vecchie e nuove società partecipate sia, in maniera ingiustificata e pericolosa, anche in questa occasione foriera di atti non supportati da reali esigenze finanziarie o normative, ma unicamente scelte politiche che specialmente nel caso del servizio rifiuti, potrebbe non coincidere con gli interessi della cittadinanza”.

Condividi