Mafia, raffica di arresti. In manette il nuovo capo di Cosa Nostra

Associazione per delinquere di tipo mafioso, concorso esterno in associazione mafiosa, estorsioni, intestazione fittizia di beni, porto abusivo di armi, danneggiamento. Questi i reati contestati a vario titolo a 46 fermati dalla direzione distrettuale antimafia di Palermo che ha fatto scattare il blitz ‘Cupola 2.0’.

I carabinieri del Comando provinciale avrebbero individuato “la nuova ‘commissione provinciale'” di Cosa nostra il cui “nuovo capo” sarebbe Settimo Mineo, secondo gli investigatori al vertice del mandamento di Pagliarelli. I dettagli del blitz sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta alla palazzina M del palazzo di giustizia di Palermo. Presenti anche il generale Giovanni Cataldo, Comandante della Legione carabinieri Sicilia, e il colonnello Antonio Di Stasio, Comandante dei carabinieri di Palermo.

Condividi