Taormina, il 16 ottobre s’inaugura l’Orto didattico del “Pugliatti”

Una data da ricordare il 16 ottobre per l’Istituto “Salvatore Pugliatti” di Taormina. SarĂ  inaugurato l’Orto didattico a regime biologico della scuola che punta sulla qualitĂ  e un’offerta unica nel panorama della cultura dell’alimentazione e dell’accoglienza.

Presenzieranno alla cerimonia il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri (Famiglia e disabilitĂ ), Vincenzo Zoccano e la dirigente del Miur, Clelia Caiazza.
L’Auditorium dell’Istituto ospiterà dalle 11, oltre a molte autorità locali, anche il sindaco della città di Taormina, rappresentanti istituzionali del mondo della scuola, dell’Unicef e dell’associazione “L’altra Metà”, oltre ad una delegazione di studenti e studentesse delle scuole medie di Taormina e di Giardini, partner del progetto, con i Dirigenti Scolastici Carla Santoro e Maria Concetta D’Amico.

Dopo i saluti e gli interventi dei ragazzi e degli ospiti, alle 13.00, si effettuerà il taglio del nastro. Ma la giornata comincerà presto, alle ore 7,30 nel corso del programma “Buongiorno Regione” (RAI 3) e sarà effettuata una diretta dall’Orto didattico, durante la quale verrà preparato in diretta un “piatto” con i prodotti appena raccolti.
Mille metri quadrati, davanti i laboratori di Enogastronomia, con uno spazio dedicato e curato dagli alunni con disabilitĂ  (Il Giardino dei sensi), per coltivare ortaggi stagionali, erbe aromatiche e per sensibilizzare i giovanissimi studenti alla cura della terra, alla conoscenza delle tradizioni culinarie ed a una corretta cultura alimentare.

Un importante risultato per il “Pugliatti” fortemente voluto e realizzato dal Dirigente scolastico Luigi Napoli: «L’orto è un mezzo per formare e per far crescere nuove competenze interdisciplinari e professionali – spiega – si parte dalla terra, si acquisiscono conoscenze sulle caratteristiche nutrizionali ed organolettiche degli alimenti.

Il prodotto, fresco e genuino, raccolto e scelto direttamente dai ragazzi arriva in cucina pronto per essere valorizzato; lo studio delle tecniche di cottura e la nascita di un ricettario della tradizione rivisitato in tema “gourmet” completeranno il percorso didattico».

Durante l’anno scolastico sono previste attività in collaborazione con gli alunni delle scuole medie e seminari con nutrizionisti, autori ed esperti del settore.

La realizzazione dell’orto è stata possibile grazie ad un finanziamento ottenuto due anni fa grazie ai fondi messi a disposizione dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Condividi