Caos Scuole, pochi istituti in regola. De Luca categorico: “Così rimangono chiusi”

Solo nove scuole su sessantacinque hanno il certificato di vulnerabilità sismica, mentre sono ventuno gli istituti che hanno verificato le proprie condizioni antincendio. Questo è quanto si evince dal rapporto giunto sulla scrivania del sindaco, Cateno De Luca, un autentico screening fatto scuola per scuola in vista dell’ormai prossima apertura di una stagione che si preannuncia più infuocata che mai.

I dati, riguardano gli istituti secondari di secondo grado dell’are metropolitana, non cittadini ma De Luca ribadisce la volon tà di non riaprire le scuole fino a quando non si avrà certezza sullo stato di sicurezza: “Su 65 plessi scolastici: In 44 manca il verificato prevenzione incendi (CPI). In 56 manca la certificazione di vulnerabilità sismica. Grazie all’on Ella Bucalo che già stamattina si è presentata a Palazzo Zanca con la bozza di due emendamenti da presentare nel mille proroghe in merito a queste due tematiche per ottenere una proroga almeno fino al 31 dicembre 2019. Stando così le cose scuole non ne riapro. Siamo in attesa dei dati di Palazzo Zanca sulle scuole cittadine”.

Condividi