Dipartimenti Comune, resteranno cinque dirigenti. Parola di De Luca che vuole amministrare per 10 anni

Il suo intento è di sviluppare ben due legislature e non una sola, nell’arco di un decennio che si profila intenso in materia di potenziamento delle risorse umane e quindi di riduzione, laddove si avvertirà e si stimerà l’impellenza ai fini di contenere le spese comunali e semmai veicolare introiti attraverso rapporti con l’Europa. Idee chiare per il sindaco Catena De Luca, appena insediatosi già ieri occupando la sua stanza e presidiando i primi lavori di Giunta ed oggi con il saluto ad Accorinti che si è potuto portare a casa la sua fascia tricolore (ognuna la sua). In questo frangente, De Luca espone con la massima naturalezza la volontà di restringere la cerchia della dirigenza al comando dei vari dipartimenti e risponde alla domanda: – Quanti ne resteranno per un servizio utile alla collettività?

Io non conosco nessuno. E’ un fattore positivo per cui dovrò procedere con un’ampia valutazione di atti che ognuno ha messo in pratica in questi anni, adottando il metodo a campione e soprattutto esaminerò la disponibilità del tempo – (come ci aveva anche riferito in altra intervista) – che una persona vorrà dedicare. Di conseguenza tutti dovranno sapere che qui siamo stacanovisti e lavoriamo h24. Non credo ovviamente che chiunque risieda fuori Messina e ha difficoltà per gli spostamenti e deve prendere il treno alle 14 non abbia le caratteristiche per affrontare queste nuove dinamiche e dovrà sobbarcarsi il cambiamento verso nuovi lidi.

-Riguardo alla politica dell’economia di cui De Luca porta la bandiera per non depauperare le casse del Municipio e far quadrare e coincidere i bilanci, è corretto fermarsi e avvalersi di cinque dirigenti?

Assolutamente sì. Abbiamo già avviato nella fase delle modifiche, del rivoluzionamento degli uffici e dei servizi che, probabilmente dalla prossima settimana, andrà all’esame della Giunta.  

Condividi