Barrile: “I risultati dicono che la politica ha perso, non so ancora su chi orientarmi al ballottaggio”

L’avventura elettorale finisce con un nulla di fatto o quasi per Emilia Barrile. La Presidente del consiglio comunale uscente è stata scelta come papabile sindaco da 5061 messinesi, un numero non abbastanza elevato di voti sia per ambire ad un insperato miracolo ballottaggio ma anche per far accedere l’unica lista in suo appoggio all’interno del Consiglio che si insedierà. Già, perché LEALI ha raggiunto il 4,25 %, un passo sotto quella soglia di sbarramento che avrebbe potuto premiare nonostante tutto la scommessa fatta qualche mese fa quando la Barrile prese le distanze da Forza Italia e decise di candidarsi in maniera autonoma rispetto dal quotato Dino Bramanti.

“Per noi inizia un nuovo percorso” Resta comunque la sua prima performance estranea a i tradizionali gruppi politici, c adesso l’elettorato che ha conquistato porta a porta con il suo gruppo potrebbe comunque acquistare un valore chiave specie in ottica ballottaggio, anche alluce dei risultati che non vedono brillare chiaramente la stella dei suoi più acerrimi rivali in campagna elettorale: “I risultati dicono che ha perso la politica. – commenta la leader di Leali a esito ormai noto – Una corazzata del centrodestra ha perso solo il 29%. Bisogna rivedere gli errori commessi, dalle regionali ad oggi. Il Centrodestra a Messina aveva la possibilità di governare per dieci anni, noi ce ne siamo tirati fuori dalle logiche di famiglie e caste. I nostri elettori hanno bisogno di un nostro orientamento,  credono nel nostro progetto e chiedono di partecipare attivamente alla politica. Ci confronteremo con il nostro gruppo e vedremo,non so se andremo con uno o con un altro anche perché ad oggi, non si sa chi sia uno e chi l’altro”.

Condividi