La Scuola Coloristica Siciliana di Dimitri Salonia espone a Bucarest

Sta riscuotendo grande successo  il vernissage degli artisti italiani appartenenti alla Scuola Coloristica Siciliana Dimitri Salonia, allestito presso la galleria d’arte Galateca a Bucarest. In mostra i lavori di Tanja Di Pietro e  Lidia Monachino, che hanno esposto le loro opere per la prima volta in Romania.

L’evento è stato patrocinato dall’ambasciata Italiana in Romania presenti, tra gli altri, Maria Luisa Lapresa Primo Segretario. Capo dell’Ufficio per gli affari sociali, europei e consolari dell’Ambasciata italiana, Ezio Peraro direttore istituto della cultura italiana a Bucarest e Andreaa Sandu direttrice della galleria Galateca, e l’On. Andi Grosaru dell’Associazione Italiana a Bucarest.

La kermesse, organizzata dalla direzione della Galleria con il manager italiano Salvatore Mammola,  è stata  caratterizzata  da momenti molto coinvolgenti  come  la realizzazione dal vivo degli artisti di un’opera tributo a Bucarest con raffigurate alcune chiese e altri elementi rappresentativi della Cultura romena.

Salonia ha esposto cinque delle sue opere proprio sui mercati che hanno già apprezzati in diverse mostre nazionali e internazionali e all’Expo di Milano. Tra le opere interessanti di Lidia Monachino che rappresenta anche lei un ‘mercato a primavera’ anche le isole siciliane di Alicudi, Filicudi sempre ventose e il mito di Eolo, e infine un quadro ‘suggestioni’ che ha voluto rappresentare sensazioni multisensoriali della mente di una persona. La suggestiva multicromia da sola porta il peso della composizione artistica, creando giochi d’ombre e di luci, di pieni e di vuoti, avvolgendo figure e paesaggi in quell’aura ineffabile dell’essere e non essere.

Ancora una volta  gli artisti messinesi  fanno sentire la grandezza della loro arte nel mondo.

 

Condividi